AllenamentoPreparazione FisicaSport

La preparazione fisica del Basket

Per poter programmare una preparazione fisica per il basket è molto importante definire un modello di prestazione tale da permettere di ottimizzare gli obiettivi dell’allenamento per poter raggiungere l’obiettivo finale, ovvero la prestazione.

Come abbiamo definito nel precedente articolo, il basket è uno sport altamente situazionale e per questo è importante sviluppare una capacità di previsione e anticipazione da parte dell’atleta, in modo da poter avere maggiori possibilità di successo nel corso della prestazione.

Una componente essenziale nel basket, ma in tutti gli sport in generale, è la capacità di orientamento spaziale e del mantenimento dell’equilibrio; tale capacità è costantemente esercitata durante lo svolgersi del singolo gesto tecnico e tattico. Nello specifico gesto tecnico, come il tiro in sospensione o tiro libero, è necessario mantenere un equilibrio altamente soggettivo, che varierà anche in base alla tecnica individuale. Per allenare tale capacità si può ricorrere all’utilizzo di core balance o tavolette che vanno ad agire sull’articolazione della caviglia e permette un lavoro anche del core per il mantenimento della stabilità globale.

Oltre che sull’equilibrio, è importante concentrarsi sulla rapidità degli arti inferiori, che in fase di scivolamento laterale o cambio di direzione o semplicemente in un’azione di difesa possono fare la differenza con il diretto avversario. In tal senso l’utilizzo di percorsi delimitati con coni o coppelle, a distanza ridotta o l’utilizzo di scalette può essere fondamentale per lo sviluppo soprattutto in età giovanile di questa capacità condizionale.

in età adolescenziale soprattutto è importante andare a rinforzare la muscolatura del core, quindi con sedute di plank, piegamenti e flessioni per poter dare un supporto per la stabilità e della postura. Anche la muscolatura degli arti inferiori per poter definire una velocità di reazione e soprattutto una esplosività, componente essenziale nella pallacanestro; inoltre una muscolatura adeguata può rappresentare una funzione di prevenzione agli infortuni delle articolazioni, che sono frequentemente colpite da lesioni. Anche un lavoro di carico in palestra o con le palle zavorrate può essere molto utile per potenziare la parte alta, considerando che il basket è uno sport di contatto molto accentuato, e quindi può avere una funzione anch’esso di prevenzione da infortuni.

Infine, un lavoro specifico sulla multilateralità degli arti superiori, è fondamentale per giocatori di sport situazionali che spesso devono abbandonare la “comfort zone” dell’arto dominante, in situazioni in cui le difese avversarie impongono tale avversità.

Inoltre, un lavoro aerobico abbinato all’utilizzo dell’attrezzo di gioco, quale il pallone da basket, risulta importante per un lavoro che va a inficiare la componente neurologica, poiché il lavoro a corpo libero di situazioni di gioco, hanno una valenza differente rispetto all’utilizzo dell’attrezzo.

Un lavoro molto importante al fine della preparazione atletica nella pallacanestro, è naturalmente la componente atletica, quindi concentrandosi sull’allenamento aerobico e anaerobico, quindi con situazioni di fartleck, con cambi di intensità, a tempo o su distanze, per definire un tipo allenamento quanto più simile al continuo cambio di intensità tipico del basket. Anche esercizi come suicidi o percorsi che presentano una variazione di velocità o di intensità posso essere fondamentali per lo sviluppo della potenza aerobica.