Sport

Il Ritorno allo Sport : Conosciamo il Nuoto

Il nuoto viene definito come uno sport ciclico dove l’insieme di movimenti determina lo spostamento dell’individuo sulla superficie dell’acqua e in essa. Le prime testimonianze risalgono al periodo preistorico, dove vennero scoperti delle pitture rupestri nella “Caverna dei Nuotatori”.  Ebbe importanza principalmente nell’età Romana, ma il nuoto, come sport competitivo, iniziò verso il 1800.

Il nuoto è considerato come uno sport completo e salutare poiché non si concentra su un determinato distretto, articolare e/o muscolare, ma distribuisce il movimento e l’allenamento su tutto il corpo, in modo equo. Per questo motivo viene consigliato dai bambini agli anziani.

Nel suo cambiamento, il nuoto, si è sviluppato in 4 stili fondamentali: il delfino, il dorso, la rana e lo stile libero, dove ogni stile segue delle regole e tecniche ben precise stabilite dalla Federazione Internazionale.

Nel nuoto le capacità coordinative, generali e speciali, si apprendono esclusivamente in acqua attraverso gli schemi motori acquatici, partendo dall’ambientamento al nuotare tutti gli stili. E’ importante migliorare le capacità coordinative perché ci permettono di accelerare e migliorare la formazione tecnica, ma anche di ampliare le nostre esperienze motorie attraverso la multilateralità e avere maggiore consapevolezza di noi stessi rispetto al mondo esterno, sviluppando le capacità sensopercettive.

Ma per riscontrare un’efficacia nel gesto specifico è importante combinare le capacità coordinative con quelle condizionali, resistenza – velocità – forza –  mobilità.