AllenamentoPreparazione FisicaSport

Capacità condizionali: cos’è la resistenza?

Negli articoli precedenti abbiamo già visto la differenza tra capacità coordinative e condizionali (Capacità coordinative e condizionali) e abbiamo anche elencato quali sono le une e le altre. Conosciamo, in modo molto generico, una delle capacità condizionali: la resistenza.

La resistenza è la capacità di un individuo di sostenere uno sforzo più a lungo possibile, e va a coinvolgere tantissimi distretti muscolari, oltre al sistema cardiovascolare e respiratorio. Quella descritta è la definizione generale, se si parla di resistenza specifica è quando si fa riferimento ad un gesto motorio di un determinato sport.

Oltre a questo tipo di classificazione, se ne possono fare altre due, che meglio descrivono questa capacità in base al tempo o in rapporto alle altre due capacità condizionali:

In base al tempo abbiamo:

  • Resistenza di breve durata: dai quarantacinque secondi ai due minuti;
  • Resistenza di media durata: Dai due minuti agli otto;
  • Resistenza di lunga durata: Dagli otto minuti a seguire.

In rapporto con le capacità condizionali:

  • Resistenza alla velocità: sostenere una determinata velocità (sub-massimale o massimale) per un periodo di breve durata, fino ad un massimo di quarantacinque secondi;
  • Resistenza alla forza: riuscire ad opporsi ad una forza esterna o interna, che questa sia statica o dinamica, il più a lungo possibile.