SocialeSport

STATISTICHE ISTAT – Dati allarmanti per l’attività fisica in Italia!

“L’attività fisica è la miglior cura per prevenire malattie di ogni tipo”. “Fare sport è importante per la salute di qualsiasi individuo!”. “Compiere la media di diecimila passi al giorno”. Quante volte abbiamo ascoltato queste frasi? Quasi tutti i giorni, e ogni volta asseriamo che siano tutte vere. Ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare… E che mare.

Secondo le statistiche Istat, la percentuale di italiani che non pratica sport è veramente molto alta, se si prende in considerazione la popolazione dai 3 anni in su. L’immagine scelta per questo articolo, è una partita di calcio che tutti conosciamo. Considerato un “dramma sportivo” importante per il nostro paese, l’italiano medio ha inveito contro giocatori, allenatore e federazione, senza partire dalla base: IN ITALIA NON SI FA SPORT!! Ma prima di arrivare a quei livelli, e considerare questa dinamica, si deve pensare alla propria salute e al proprio stato di forma.

Cerchiamo dunque di introdurre un argomento che porteremo avanti per più mesi, partendo da quanto sport si fa in Italia, passando per le medie regionali, fino ad arrivare alla catastrofica conclusione.

Ecco un breve riassunto Istat sulla pratica sportiva in Italia (anno 2015):

Il 34,3% pratica uno o più sport;

Il 26,5% pratica qualche attività fisica;

Il 39,1% E’ SEDENTARIO!!

Dati allarmanti se si aggiunge che, al 34,3% di chi pratica uno o più sport, in realtà solo il 24,4% lo fa in modo continuativo, il restante in modo saltuario…

L’uomo continua a dare importanza al calcio o calcetto, mentre la donna predilige attività in palestra.

Per avvalorare la nostra tesi secondo la quale lo sport praticato in Italia è insufficiente, mostriamo i dati Istat (2014) che mostra quanti ragazzi (maschi e femmine tra i 18 e i 29 anni) dedicano 150 minuti di sport a settimana: parliamo quindi di appena 3 ore e 30 su 168 ore settimanali!!!

Finlandia, Svezia e Danimarca superano il 60%, con un buon rapporto tra l’attività compiuta sia da uomini che da donne. Sotto questa percentuale abbiamo Germania e Spagna, mentre la media dell’Unione Europea si ferma giusto al 40%, così come quella del Regno Unito. L’Italia non si avvicina a questi valori, anzi, arriva appena al 30%, guardando dall’alto Francia e Portogallo. Preoccupa ancor di più il fatto che questo valore è causato dalla media dell’attività degli uomini al 40%, mentre le donne sfiorano appena il 20%!!!

 

Sono solo statistiche? Nei seguenti articoli, oltre ad analizzare la media regionale, vedremo a cosa va incontro un individuo che trascura l’attività sportiva durante la sua esistenza. Volete un anticipo? Secondo gli ultimi dati WHO (World Health Organization) la quarta causa di morte al mondo è proprio l’inattività sportiva!